Come mettere a terra un’antenna TV

By Greg Martinez / Febbraio 14, 2021
come mettere a terra un antenna tv

*In qualità di associato Amazon, potrei guadagnare dagli acquisti idonei quando effettui acquisti tramite link sul nostro sito. Il nostro guadagno non ha alcun effetto sul costo dell'articolo.

Probabilmente hai sentito che è buona norma mettere a terra un’antenna TV esterna, così da ridurre al minimo gli effetti dell’accumulo di elettricità statica.

Si tratta di un buon consiglio e dovresti procedere alla messa a terra della tua antenna subito dopo averla installata.

La messa a terra di un’antenna richiederà poi passaggi aggiuntivi: dovrai passare il filo di rame dall’asta dell’antenna lungo il cavo coassiale, così da arrivare al terreno di casa tua.

È sicuramente una spesa ulteriore, ma di fatto è la soluzione migliore per proteggere l’investimento realizzato.

Una volta completata la messa a terra, puoi stare certo che l’accumulo di cariche elettriche statiche e gli effetti della caduta di fulmini nelle vicinanze, saranno adeguatamente deviati e scaricati a terra.

Questo articolo descrive i concetti base del processo. Se la tua situazione è più complicata, ad esempio se il terreno della casa è a stretto contatto con le tubature dell’acqua (capita a volte nelle case più vecchie), o se hai altri dubbi e perplessità, è consigliabile contattare un elettricista per una consulenza professionale.

Table Of Contents

Perché collegare a terra un’antenna TV?

Ci sono tre ragioni principali per cui ti consiglio di mettere a terra un’antenna TV

installata all’aperto:

  1. Protezione delle apparecchiature TV : i temporali e i relativi sbalzi di tensione, causati da fulmini diretti o anche dal banale accumulo di elettricità statica, rappresentano un rischio per gli elettrodomestici e gli apparecchi elettrici.
  2. Eventuali obblighi di legge : in diverse località le antenne TV devono essere messe a terra.
  3. Riduzione e prevenzione interferenze elettromagnetiche : la linea che collega l’antenna al televisore, includerà di certo altri collegamenti, che si tratti di un amplificatore o di una TV. Gli apparecchi elettrici normalmente perdono quantità minime di corrente, difficilmente rilevabili in circostanze normali. Se lasciata libera, questa corrente può viaggiare lungo il cavo coassiale dell’antenna e disturbare la ricezione. Questo inconveniente dovrebbe risolversi con la messa a terra dell’antenna

Gli sbalzi di tensione posso arrivare fino al cavo TV senza messa a terra e causare danni a volte impercettibili, che però si palesano con la scomparsa dell’immagine dallo schermo.

Oppure il danno può essere particolarmente evidente, come quando un fulmine colpisce direttamente la tua antenna. In quel caso, le conseguenze sono impossibili da prevedere, ma la messa a terra rappresenta la soluzione ideale per minimizzare il danno.

Anche la caduta di fulmini nelle vicinanze può rappresentare un’ulteriore minaccia per gli impianti elettrici domestici che non hanno la messa a terra.

Lightning strike

La messa a terra di un’antenna migliora la ricezione?

Esistono opinioni diverse sul fatto che la messa a terra di un’antenna aumenti la ricezione TV. Alcuni clienti segnalano una migliore ricezione, mentre la maggior parte non dichiara un guadagno in tal senso.

Poiché la messa a terra può ridurre il disturbo che viaggia lungo il cavo coassiale, quanti hanno segnalato una migliore ricezione potrebbero aver sperimentato i benefici della messa a terra.

Tuttavia, dovresti sempre tenere a mente il motivo principale della messa a terra: deviare l’elettricità statica in eccesso in direzione del suolo.

Si tratta di un intervento che punta principalmente a una maggiore sicurezza. I benefici secondari sono ben accetti, ma non dovrebbero essere il motivo principale per procedere con la messa a terra dell’antenna TV.

Video: Quando va messa a terra l’antenna TV?

Il Comitato Elettrico Italiano(CEI) e la messa a terra

Il CEI (Comitato Elettrico Italiano) si occupa anche di stilare delle guide tecniche. L’obiettivo è chiarire alcuni temi in materia di sicurezza e rispetto delle norme in ambito elettrico.

In questo articolo ci concentriamo sulla Guida CEI 64-12. L’argomento principale riguarda l’esecuzione dell’impianto di terra negli edifici per uso residenziale e terziario.

Per chi vuole approfondire l’argomento, rimandiamo al post presente su ceimagazine. Nel testo si affrontano più nel dettaglio diverse questioni e legate alla messa a terra.

Da notare come nella guida CEI 64-12 si procede a un ulteriore chiarimento della definizione di impianto di terra. Riportiamo di seguito la definizione più dettagliata.

Per impianto di terra si intende: “l’insieme dei dispersori, dei conduttori di terra, dei collettori (o nodi) principali di terra e dei conduttori di protezione ed equipotenziali, destinato a realizzare la messa a terra di protezione e/o di funzionamento”.

Si tratta di un importante distinguo, che separa nettamente l’impianto di terra rispetto al dispersore.

Di cosa avrai bisogno?

Prima di iniziare, esaminiamo cosa è stato già fatto e cosa ti servirà per mettere a terra la tua antenna.

come mettere a terra un'antenna tv

L’immagine presente lo riassume bene:

In questo schema vediamo due fili di messa a terra collegati all’antenna:

  1. Uno è fissato all‘asta su cui è montata l’antenna.
  2. L’altro filo invece è collegato al cavo coassiale dell’antenna.

Entrambi questi fili terminano o sono uniti in un punto denominato “Sistema di elettrodi di messa a terra del servizio di alimentazione”, situato in basso a destra.

Questo termine così complicato identifica in realtà una barra di messa a terra in metallo. È proprio questa barra che andrà conficcata nel terreno per deviare le sovratensioni elettriche.

In alcune case sono presenti diversi conduttori sotterranei collegati tra loro da un filo metallico; tuttavia la maggior parte delle abitazioni utilizza un solo conduttore di messa a terra.

Prerequisito: Cavo di messa a terra della casa

Di solito è possibile individuare un solo cavo di messa a terra che fuoriesce dal pannello del contatore elettrico, per poi raggiungere direttamente il terreno.

È un filo di metallo di un certo spessore (solitamente in rame), collegato all’asta metallica sotterranea, che garantisce la messa a terra in un punto ben specificato.

È buona norma ispezionare con cura il filo di messa a terra presente in casa, annotarne la posizione e controllare la presenza di eventuali segni di corrosione.

Di solito i terreni acidi favoriscono il deterioramento di questo filo e in alcuni casi arrivano anche a tagliarlo. Questa è il motivo per cui si realizzano fili di messa a terra con altri materiali oltre al rame.

Se riscontri un deterioramento in atto o una completa rottura del filo, dovresti chiamare un elettricista il prima possibile per una sostituzione.

Successivamente, avrai bisogno di questi componenti per iniziare:

1. Fili di messa a terra

Avrai bisogno di due fili di rame : entrambi devono avere uno spessore di almeno 2,5 mm, inferiore quindi rispetto a quello del cavo di messa a terra di casa (che varia come spessore da 9 a 14 mm). La funzione di questi due fili di messa a terra è di convogliare sul terreno la carica statica dell’asta dell’antenna e del cavo coassiale.

Tra i prodotti più interessanti segnaliamo Electraline cavo unipolare FS17 (nella foto sotto). Questo cavo ha uno spessore di 2,5 mm e una lunghezza ideale per un collegamento pratico e funzionale. Soddisfa poi gli standard di sicurezza, grazie alla certificazione DoP.

2. Morsetto per asta

Per collegare un cavo di messa a terra all’asta dell’antenna è possibile utilizzare una fascetta o un morsetto per tubi.

La maggior parte delle persone utilizza una fascetta di messa a terra come questa:

Un’alternativa è poi rappresentata dal morsetto per tubi. Si tratta infatti di un supporto resistente in acciaio zincato.

Un esempio è MCTV-566, Kit di Accessori SAT per Antenna Satellitare del marchio Maclean .

È possibile collegare il cavo di messa a terra anche con un bullone, direttamente sul supporto dell’antenna così da evitare l’acquisto di un morsetto. Se il punto dove il cavo di messa a terra entra in contatto con l’asta è verniciato o rivestito con una protezione, è necessario rimuovere questa copertura, così da avere un contatto diretto tra il cavo e il supporto.

3. Blocco di messa a terra per cavo coassiale

Successivamente, avrai bisogno di un blocco di messa a terra per cavo coassiale. Si tratta di un piccolo dispositivo che permette di fissare a terra il cavo coassiale dell’antenna.

Puoi trovarlo correttamente indicato nel diagramma qui sopra, dove si fa menzione del blocco di messa a terra definendolo “unità per lo scarico antenna”.

Esistono due tipi di blocchi di messa a terra:

Blocco di messa a terra coassiale (standard)

La maggior parte delle persone finisce per acquistare un blocco di messa a terra standard, che assomiglia al simpatico morsetto qui sotto.

Si trova in genere vicino al punto in cui il cavo coassiale entra in casa e favorisce la dissipazione della carica statica senza interruzione di segnale.

Per il montaggio, è sufficiente collegare il cavo coassiale dell’antenna a un lato di questo blocco, per poi passare un secondo cavo coassiale dall’altro lato e collegare il tutto alla TV.

Dall’immagine si vede come il blocco presenta due fori con viti verdi che fungono da morsetti: è necessario collegare il cavo di messa a terra a uno di questi morsetti e farlo poi scorrere fino al filo di messa a terra della tua casa (descritto di seguito).

Se cerchi un esempio di blocco di messa a terra puoi provare con Ancable Blocco di messa a terra coassiale.

Il riferimento ai 3GHz è legato alla frequenza massima di segnale che questo blocco permette di gestire. In più, il supporto è pienamente compatibile con il sistema di trasmissione televisiva satellitare.

Parafulmine coassiale

Se ritieni che la tua casa sia esposta a un alto rischio di fulmini diretti, potresti prendere in considerazione l’idea di acquistare un parafulmine coassiale.

Si tratta di un blocco più sofisticato, riempito con un gas che viene ionizzato con picchi ad alta tensione. In questo modo si facilita il transito dell’impulso elettrico che si scarica infine a terra. Un esempio di tale dispositivo è il modello Ancable Parafulmine/protezione da sovratensione.

4. Morsetti di messa a terra

Per realizzare questo collegamento, devi far passare i fili di messa a terra del cavo coassiale e dell’asta dell’antenna fino al cavo di messa a terra della casa. Poi devi collegarli al cavo di messa a terra della casa, usando i morsetti di messa a terra (nota come nello schema, entrambi i fili di messa a terra sono fissati separatamente al cavo di messa a terra della casa).

La maggior parte delle persone utilizza un connettore a bullone diviso come quelli raffigurati qui sotto.

Tuttavia, potrebbero sorgere problemi di sicurezza qualora si volesse scollegare il cavo di messa a terra della casa per collegare i morsetti.

In questo caso, puoi utilizzare la barra equipotenziale di messa a terra. Si tratta di un supporto che permette di collegare più fili di messa a terra senza scollegare il cavo di messa a terra della casa.

La multipresa equipotenziale di collegamento Obo-bettermann è un perfetto esempio di barra equipotenziale. Consente infatti di collegare in sicurezza fino a nove fili indipendenti di messa a terra.

5. Cavo coassiale in quantità

Quando installi il blocco di messa a terra coassiale avrai bisogno di almeno due segmenti di cavo coassiale (entrambi da e verso il blocco), quindi assicurati che ce ne sia abbastanza.

Il tipo migliore di cavo coassiale è la tipologia RG6 (anziché RG59), con schermatura tripla o quadrupla per ridurre potenziali interferenze. Un esempio? Il Maclean Cavo Coassiale Satellitare 1.0CCS RG6 100M.

Se stai lavorando con segmenti di cavo coassiale, potresti prendere in considerazione l’acquisto di un kit dedicato, come il set Proster Utensili Crimpatura Set Pinze Crimpatrice per Cavi, perfetto per la crimpatura e il montaggio dei connettori a compressione.

Procedura per la messa a terra di un’antenna TV esterna

Come accennato in precedenza, dovrai portare a terra due parti dell’antenna: l’asta e il cavo coassiale.

Meglio svolgere prima l’operazione più complessa: ti darà un’idea migliore degli strumenti necessari e semplificherà i passaggi finali.

L’installazione più complicata riguarda la messa a terra del cavo coassiale attraverso il blocco di messa a terra (noto anche come “messa a terra del segnale”).

Come mettere a terra il cavo coassiale dell’antenna TV

Oltre a eliminare la carica elettrica statica in eccesso, la messa a terra del cavo coassiale riduce il disturbo delle frequenze radio emesse da apparecchiature come la TV, che possono interferire con la ricezione del segnale.

Procedi nel seguente modo per mettere a terra il cavo coassiale.

messa a terra di un'antenna tv in casa

1. Trova un punto dove installare il blocco di messa a terra o il parafulmine

Identifica il punto in cui l’antenna coassiale entra in casa. Se hai scelto di posizionare il blocco di messa a terra all’esterno, assicurati che sia riparato e protetto dalla pioggia.

2. Attacca il blocco al muro

La maggior parte dei blocchi di messa a terra è dotata di viti; così puoi collegare il blocco direttamente all’esterno dell’abitazione.

3. Fai passare il cavo dell’antenna dentro al blocco e collegalo

Come per tutti i collegamenti del cavo coassiale alle pareti, è necessario sceglierne uno della lunghezza adatta. Il cavo deve essere accorciato utilizzando strumenti adatti al taglio e alla crimpatura. Fatto ciò, bisogna coprirlo con un connettore a compressione per cavo coassiale, come nell’immagine qui sotto.

Coax with compression connector tip

È possibile impermeabilizzare le connessioni tra i cavi e il blocco di messa a terra utilizzando STUF Dielectric Waterproofing Grease. È un’operazione che non disturba il flusso del segnale e protegge il cavo dall’umidità.

Assicurati di avvolgere bene il cavo coassiale prima che questo entri nell’edificio, così da evitare che la pioggia goccioli dentro casa.

Evita anche di piegare a 90 gradi il cavo coassiale. Se non è possibile farne a meno, prova a utilizzare un adattatore di tipo F a 90 gradi per cavo coassiale.

4. Passa un altro cavo coassiale dal blocco per la messa a terra fino alla TV o al decoder

Assicurati che entrambi i cavi coassiali siano collegati correttamente al blocco, e che la TV riceva il segnale prima di procedere al passaggio successivo.

5. Collega un cavo di messa a terra sia al blocco sia al cavo di messa a terra della casa

Prendi il cavo di messa a terra in rame e unisci un’estremità al blocco. Quindi, collegalo al filo di terra della casa e fissalo stabilmente. Puoi utilizzare un morsetto, un connettore a bullone diviso, o una barra equipotenziale di messa a terra.

Mentre esegui il passaggio del cavo verso il blocco coassiale, assicurati che il filo segua il percorso più breve possibile, senza bruschi cambi di direzione (prova a introdurre curve anziché pieghe nel cavo, se necessario).

In questo modo sarà più facile che le sovratensioni rimangano sul percorso, senza deviare in altre direzioni lungo il tragitto verso il terreno.

Come mettere a terra l’asta dell’antenna TV

Come mettere a terra un palo dell'antenna TV

1. Collega un cavo di messa a terra all’asta

Se utilizzi un morsetto per asta, assicurati che sia ben fissato e che non scivoli facilmente.

Se vuoi utilizzare un bullone per collegare il cavo di messa a terra al montante dell’antenna, assicurati che il cavo sia a diretto contatto con il supporto (puoi raschiare via la vernice o il rivestimento, se necessario).

2. Fai passare il cavo di messa a terra dall’asta al cavo di terra della casa

Ora fai passare il cavo di messa a terra dell’asta, accanto al cavo di messa a terra della casa e collegalo.

Se utilizzi un bullone o un semplice morsetto, collega il cavo in un luogo differente rispetto al cavo di messa a terra coassiale.

Anche in questo caso, evita le curve strette e sfrutta il percorso più breve per raggiungere il cavo di messa a terra della casa.

Dovresti collegare a terra un’antenna per interni?

Le antenne installate all’interno (specialmente in soffitta o nel sottotetto) sono ben protette da temporali e fulmini, quindi perché metterle a terra?

A quanto pare, esistono due possibili vantaggi nel collegare a terra il cavo coassiale di un’antenna interna con un blocco di messa a terra:

1. Quando si deve aggiungere un filtro LTE o passa banda all’antenna (per eliminare le interferenze indesiderate della rete mobile), la messa a terra del coassiale migliora l’efficacia del filtro. In caso contrario, il disturbo indesiderato della frequenza radio potrebbe aggirare il filtro e penetrare nel cavo coassiale.

2. La messa a terra del cavo coassiale può proteggere da possibili scosse elettriche. In definitiva, il coassiale è collegato al televisore o a un set-top box. Tutte le apparecchiature a corrente alternata soffrono di una dispersione di corrente anche quando funzionano. In presenza di un guasto nella tua attrezzatura, la messa a terra del coassiale devierà in modo sicuro la corrente in eccesso.

Tieni presente che se la TV o il trasformatore utilizzano un cavo di alimentazione tripolare, sono collegati a terra. Di conseguenza, esistono meno probabilità di un eventuale danno elettrico e non è necessario mettere a terra il cavo.

spina a tre punte, bianca

Al contrario, se il dispositivo sfrutta un cavo di alimentazione bipolare, un’eventuale dispersione di corrente potrebbe essere un problema.

Conclusione

Ricorda sempre che l’obiettivo della messa a terra è la sicurezza. Per questo l’installazione non si può improvvisare e deve essere realizzata con attenzione e scrupolosità.

Se non ti senti sicuro o qualificato a sufficienza per questo compito, puoi sempre contattare un elettricista autorizzato o un antennista.

È poi fondamentale attenersi alle norme che regolamentano la conformità e la corretta installazione di un impianto elettrico.

Il commento: