Come amplificare il segnale TV dell’antenna esterna

By Greg Martinez / Febbraio 9, 2021
Come potenziare il segnale tv

*In qualità di associato Amazon, potrei guadagnare dagli acquisti idonei quando effettui acquisti tramite link sul nostro sito. Il nostro guadagno non ha alcun effetto sul costo dell'articolo.

È capitato a tutti, almeno una volta, di sperimentare problemi di ricezione. Sicuramente ti sarai chiesto come poter aumentare la ricezione dei canali.

In questo caso, potresti aver preso in considerazione l’idea di acquistare un amplificatore per antenna TV.

Un amplificatore è un dispositivo alimentato a corrente alternata che applica corrente elettrica all’antenna per aumentare il segnale TV e migliorare la ricezione in determinate condizioni, e funziona con vari tipi di antenna.

Se vuoi saperne di più ho creato una guida su come scegliere l’antenna HDTV per esterni.

Ad esempio, se la tua antenna TV si trova all’interno ed è indebolita a causa delle pareti della tua casa, un amplificatore per antenna TV funziona come amplificatore di segnale e può aumentare la qualità della ricezione.

Gli amplificatori per antenna TV sono davvero la bacchetta magica per tutti i problemi di ricezione?

Personalmente ho sperimentato che un amplificatore per antenna TV ha migliorato la mia ricezione TV aumentando il numero di canali disponibili.

Secondo alcune stime, un amplificatore installato correttamente può aiutarti a ottenere fino al 10-20% di canali in più.

Ma non funzioneranno in tutte le circostanze e in alcuni casi potrebbero persino ostacolare la tua ricezione.

Di seguito descriverò dove e quando ha senso usare un amplificatore, oltre alle situazioni in cui dovresti soltanto regolare la tua antenna.

Table Of Contents

Cos’è un amplificatore per antenna TV?

Cominciamo con le basi.

Un amplificatore è un dispositivo che rafforza il segnale televisivo che viaggia lungo l’antenna o lungo il cavo coassiale fino alla TV o al convertitore.

Nota che ho detto “il segnale televisivo che viaggia lungo l’antenna o lungo il cavo coassiale”. Questa è la frase chiave per comprendere gli amplificatori.

Rafforzano i tuoi segnali già ricevuti, ma non ti aiuteranno a ricevere trasmissioni che altrimenti non riceveresti affatto (ad esempio, da un altro paese o da una galassia aliena).

Di solito si installa un amplificatore collegandolo da qualche parte lungo la linea che va dall’antenna al televisore, quindi collegando l’amplificatore a una presa di corrente CA.

La potenza che aggiunge al segnale viene definita guadagno dell’amplificatore e si misura in decibel (dB). (In altre pagine di questo sito ho anche parlato di “guadagno dell’antenna (dB)” ma questo è un diverso tipo di guadagno – è fondamentalmente il potere passivo e ricettivo dell’antenna stessa del TV e si basa sul suo design.)

Un buon preamplificatore che consiglio sempre alle persone è l ‘RCA TVPRAMP1Z (mostrato sotto). Poiché è possibile utilizzare questo dispositivo per alimentare contemporaneamente un’antenna VHF e UHF, offre due diverse cifre di guadagno (massimo) per queste frequenze: 16 dB per VHF e 22 dB per UHF .

Preamplificatore antenna TV economico

Ciò significa che può aggiungere fino a 22 dB di guadagno extra – per i segnali UHF – per compensare eventuali perdite (“attenuazione del segnale”) lungo la linea causate da un cavo lungo, torri di trasmissione distanti, ecc.

Amplificatore antenna TV e preamplificatore

I termini relativi alle antenne e alla loro amplificazione possono essere confusi fra loro, talvolta le persone finiscono per usare parole diverse quando intendono la stessa cosa.

Ad esempio, le persone parlano di aumentare la ricezione, quindi chiamano questo strumento ricevitore di antenna TV o ricevitore di antenna. Un amplificatore di segnale TV è in realtà un amplificatore.

Ora parliamo di vere distinzioni. Esistono due tipi di amplificatore:

  • Un preamplificatore si collega direttamente all’albero o all’antenna TV stessa e amplifica il segnale immediatamente ricevuto dall’antenna
  • Un amplificatore di distribuzione aumenta il segnale in combinazione con un dispositivo splitter il quale si installa per dividere il segnale tra più televisori. A differenza di un preamplificatore che si collega ad un’antenna esterna, un amplificatore di distribuzione si trova solitamente all’interno (ad esempio, subito dopo che il cavo coassiale è entrato in casa e prima o dopo lo splitter)

Normalmente useresti uno di questi, sebbene ci siano situazioni in cui potresti considerare di utilizzarli entrambi, descriverò questa situazione in seguito.

Quando hai bisogno di un amplificatore per antenna TV?

Innanzitutto, parliamo di quando non avrai bisogno di un amplificatore.

Hai notato che molte antenne TV direzionali a lungo raggio, come la Labgear LAB450T , non sono dotate di preamplificatore?

Tali antenne TV hanno un guadagno dell’antenna sufficiente per ricevere la maggior parte, se non tutte, le stazioni nel loro raggio d’azione e senza ricorrere all’amplificazione elettrica del segnale.

Il guadagno di un’antenna misura la capacità dell’antenna TV di convertire le onde radio provenienti da una certa direzione in energia elettrica.

Pertanto, considerando il guadagno dell’antenna, significa che probabilmente non avrà bisogno di guadagno dell’amplificatore aggiuntivo per aumentare il segnale ricevuto.

Ma si tratta solo dell’antenna TV stessa.

Tuttavia, la tua situazione particolare potrebbe essere difficile per la ricezione dell’antenna. Potresti non essere soddisfatto del numero di canali che stai ricevendo.

Ad esempio, potresti aver esaminato un rapporto sul segnale nella tua zona e potresti aver trovato molte altre stazioni (entro la linea di vista e la portata della tua antenna TV) che tu non stai ricevendo.

In questi casi, un amplificatore può essere utile se:

  1. La lunghezza del cavo coassiale dall’antenna al televisore è superiore a 50 piedi
  2. Stai distribuendo il segnale televisivo a più di due televisori in stanze diverse
  3. Hai installato l’antenna TV all’interno o in soffitta e sei preoccupato per troppe interferenze dalla tua soffitta per via dei muri o del tetto
  4. La distanza dal la torre di trasmissione più vicina è maggiore di 20 miglia

Cosa causa la perdita del segnale TV?

Diamo un’occhiata ai punti # 1 e # 2 sopra, che rappresentano alcuni dei principali motivi per ottenere un amplificatore: devi superare la perdita del segnale lungo la linea dall’antenna ai tuoi televisori.

Pensa all’antenna e al cavo coassiale e a tutti i dispositivi ad essi collegati come a un sistema che perde.

Il tuo segnale, una volta ricevuto dall’antenna, perde potenza quanto più viaggia lungo la linea.

Inoltre si indebolisce man mano che viene suddiviso o dissipato da dispositivi collegati come blocchi di messa a terra (per protezione contro le sovratensioni) e splitter.

Che tu ci creda o no, la qualità del segnale si indebolisce (leggermente) mentre salta attraverso le connessioni tra il cavo e dispositivi come splitter o televisori.

Di seguito sono riportati alcuni scenari di attenuazione e numeri di perdita stimati lungo il cavo coassiale della TV (tieni presente che questi non devono essere presi come cifre esatte e potrebbero differire notevolmente dalla tua situazione).

Numeri di perdita di segnale

Descrizione

Perdita di segnale (decibels)

Un alto segnale UHF (es: canali delle frequenze radio 14-69) viaggiano lungo 15 metri di cavo coassiale RG6

~ 2.5 dB

Splitter a 2 uscite

~ 3.5 dB per uscita (~7 dB di perdita totale)

Splitter a 4 uscite

~ 7 dB per uscita (~28 dB di perdita totale)

Connettore di tipo F su un televisore per il cavo coassiale

~ 0.5 dB per connettore

Perché questi numeri sono importanti?

Somma questi numeri per ottenere una stima della perdita totale del segnale lungo il cavo coassiale. Il tuo amplificatore dovrebbe offrire un guadagno sufficiente per compensare questa somma totale.

Più riuscirai a stimare il valore di perdita del segnale, più precisamente l’amplificatore guadagnerà e aumenterà la qualità della ricezione che otterrai.

Se dovessi semplicemente acquistare e installare l’amplificatore più potente in circolazione, che supera di gran lunga la tua perdita di segnale, ti ritroveresti di nuovo con una cattiva ricezione.

Perché? Perché la tua linea TV sarebbe soggetta a troppo rumore.

Tipi di amplificatori

Preamplificatori

Molte persone considerano prima di tutto l’acquisto di un preamplificatore (o semplicemente “preamp”) per dare una spinta al segnale direttamente all’antenna prima che viaggi lungo il cavo coassiale alla TV.

Di solito un preamplificatore fornisce un offset sufficiente per la perdita di segnale e non saranno necessari altri passaggi per aumentare il segnale.

Ecco un preamplificatore Johansson con un guadagno da 15 dB fino a 35 dB. L’ottimo guadagno di questo amplificatore consente una ricezione eccellente e un collegamento su più televisori.

Preamplificatore antenna tv economico

IMPORTANTE : molte persone che acquistano un preamplificatore decidono di installarlo lontano dalla loro antenna. In teoria, un preamplificatore dovrebbe essere installato sull’antenna per ottenere i migliori risultati. Più lontano è un preamplificatore dall’antenna TV, minori saranno le sue prestazioni.

Amplificatori di distribuzione

In un altro scenario, potresti voler distribuire un segnale a diverse stanze della casa e scoprire che il segnale è indebolito (in qualche modo) a causa del collegamento, ad esempio, di uno splitter a 4 uscite ad un lungo cavo coassiale.

Un amplificatore di distribuzione potrebbe potenzialmente compensare questo tipo di perdita di segnale da uno splitter. Alcuni splitter sono in realtà una combinazione di amplificatore / splitter, come questo amplificatore di distribuzione DTV a 4 porte (CDA4).

Fornisce un boost di 7,5 dB per porta di uscita, superando completamente la tradizionale perdita di segnale di uno splitter passivo a 4 uscite.

Ti consiglio l’amplificatore di distribuzione Aplic, un buon amplificatore di distribuzione a 2 uscite.

amplificatore di distribuzione economico

Amplifica la ricezione della TV

Potresti notare che stai ricevendo meno canali rispetto a quelli indicati per la tua geolocalizzazione.

Ad esempio, supponiamo che tu abbia un’antenna multidirezionale da 70 miglia, ma non stai captando diversi canali apparentemente nel raggio della tua antenna.

Forse c’è una fitta foresta tra la tua posizione e queste stazioni. O forse la tua antenna è installata in soffitta, dove i materiali presenti nell’isolamento o la barriera radiante del tetto potrebbero interferire con il segnale.

In questa situazione, potresti considerare di collegare un preamplificatore alimentato a corrente alternata all’albero dell’antenna per aumentare i segnali indeboliti dalle interferenze causate da ostacoli fisici.

Di solito questo è sufficiente per fornire una ricezione chiara dei segnali TV.

Ma cosa succede se utilizzi uno splitter per distribuire il segnale TV, ad esempio, a quattro stanze della casa tramite cavi coassiali che corrono per oltre 15 metri fino ai televisori?

Se ritieni che splitter e cavi molto lunghi possano causare la perdita di canali aggiuntivi, potresti anche considerare di collegare un amplificatore di distribuzione al cavo prima dello splitter (o acquistare la combinazione splitter / amplificatore).

Infine, assicurati che l’amplificatore che stai ricevendo (indipendentemente dal tipo) corrisponda alla banda di frequenza rilevata dall’antenna .

Ad esempio, se la tua antenna riceve sia segnali UHF che VHF, leggi le specifiche dell’amplificatore per assicurarti che consenta il passaggio di entrambi i segnali (alcuni amplificatori venduti consentono solo il passaggio di segnali UHF o VHF).

Come collegare un amplificatore per antenna TV

Collegare un preamplificatore o un amplificatore di distribuzione a un cavo dell’antenna non è particolarmente difficile.

A seconda del tipo, dovrai installarlo in una determinata posizione sulla linea della TV.

Tuttavia, dovresti assicurarti che nelle vicinanze sia disponibile un alimentatore CA come una presa a muro.

Installazione di un preamplificatore d’antenna

Di solito si collega un preamplificatore alla posizione dell’antenna TV (cioè all’antenna o al montante dell’antenna) dove aumenta il segnale alla sorgente ricevuta.

Alcune marche di preamplificatori vanno collegate direttamente ad un alimentatore CA; altri includono un dispositivo separato chiamato inverter di alimentazione o inseritore di corrente che collega l’alimentazione elettrica attraverso il cavo coassiale al preamplificatore collegato al palo dell’antenna.

Un inseritore di corrente consente di utilizzare un alimentatore interno (preferibilmente più vicino alla TV) per alimentare il preamplificatore, piuttosto che dover collegare il preamplificatore (che probabilmente risiede sull’antenna) a un alimentatore sopra o vicino al tetto.

Come installare un preamplificatore d'antenna

Installazione di un amplificatore di distribuzione

Gli amplificatori di distribuzione vengono generalmente utilizzati insieme a uno splitter per distribuire il segnale TV a diversi televisori.

Di conseguenza, normalmente installi un amplificatore di distribuzione prima dello splitter per aumentare il segnale prima che venga diviso tra diversi televisori e subisca una perdita del segnale.

Il diagramma seguente mostra lo splitter e l’amplificatore di distribuzione come dispositivi separati, ma molte persone acquistano un dispositivo combinato collegato alla fonte di alimentazione.

Come installare un amplificatore di distribuzione

Troppa amplificazione del segnale

Qualcuno una volta ha detto che il troppo storpia, sicuramente è anche il caso dell’amplificazione dei segnali TV.

L’utilizzo di un preamplificatore quando sei a meno di 16 chilometri dalle torri di trasmissione potrebbe effettivamente ostacolare la tua ricezione.

L’amplificazione di segnali TV che sono già molto forti introdurrà un livello elevato di rumore nel segnale e lo degraderà.

Se la tua antenna è amplificata e credi che un segnale troppo forte potrebbe interferire con la sua ricezione, semplicemente disconnetti l’amplificatore dalla sua fonte di alimentazione e fai uno scan dei canali sulla tua TV o sul tuo convertitore TV. Se il numero di canali aumenta dopo lo scan, è un chiaro segnale che il tuo amplificatore stava causando problemi di ricezione.

Gli amplificatori funzionano?

Per riassumere, sia i preamplificatori che gli amplificatori di distribuzione possono essere efficaci in determinate situazioni. L’amplificazione rafforza i segnali marginali già ricevuti.

Dovresti comprendere il potenziale di perdita di segnale lungo il cavo coassiale verso la tua TV e come l’uso di un amplificatore per un’antenna TV può compensare questa perdita.

Anche gli amplificatori dell’antenna TV hanno dei limiti e dovresti essere consapevole degli effetti dell’eccessiva amplificazione del segnale.

Il commento: