Come realizzare un’antenna TV da una parabola

By Greg Martinez / Febbraio 19, 2021
Parabola satellitare

*In qualità di associato Amazon, potrei guadagnare dagli acquisti idonei quando effettui acquisti tramite link sul nostro sito. Il nostro guadagno non ha alcun effetto sul costo dell'articolo.

Gli abbonati via cavo alla ricerca di opzioni più convenienti per guardare la televisione scelgono un’antenna HDTV per ricevere sport, notizie e contenuti gratuiti via etere.

Ma cosa succede se sei un cliente di TV satellitare (come Sky)? È più difficile tagliare il cavo?

Dopotutto, hai già una parabola a casa tua. Come utilizzare una parabola satellitare come antenna TV?

Table Of Contents

È possibile utilizzare un’antenna parabolica come antenna HDTV?

La buona notizia per gli abbonati al piatto è che il taglio del cavo (o cord-cutting) è un’ipotesi più che fattibile.

È possibile ottenere gratuitamente un regolare servizio TV satellitare? No, non legalmente, ma non è questo l’obiettivo di oggi. Non puoi convertire la tua parabola satellitare in un antenna HDTV.

Per cominciare, quella della parabola non è la forma ottimale per catturare i segnali UHF e VHF terrestri.

Inoltre, la parabola stessa ha un’elettronica particolare, possiede infatti un convertitore di blocco verso il basso (LNB) a basso rumore – parte di quel braccio che sporge dalla parabola – con i suoi cavi. Tale convertitore converte i segnali satellitari in impulsi elettrici da inviare lungo il cavo coassiale.

Questa elettronica non è progettata per elaborare segnali di trasmissione terrestre.

Puoi usare il cablaggio di casa come un’antenna HDTV?

No, non puoi e non credere a nessuno che lo affermi.

Tuttavia, puoi utilizzare in modo creativo le parti che hai già in casa come supporto per l’antenna HDTV.

Poiché questo articolo riguarda le antenne paraboliche, puoi sicuramente utilizzare l’asta che tiene la parabola satellitare della TV e i cavi coassiali con messa a terra già installati per accelerare il processo di configurazione di un’antenna HDTV, che ti consentono di guardare i canali TV gratuitamente.

Ciò significa che puoi saltare diversi passaggi che altrimenti sarebbero necessari se dovessi installare l’antenna TV esterna da sola.

La presenza di una parabola satellitare montata sul tetto sarà effettivamente un vantaggio quando si tratta di iniziare con un’antenna HDTV.

Poiché la tua casa è già cablata per un’antenna sul tetto, puoi utilizzare il cavo coassiale esistente per la nuova antenna, che elimina la necessità di cablare o ricablare nuovamente la casa.

Inoltre, il supporto della parabola TV satellitare è già sul tetto all’altezza giusta per captare i segnali televisivi terrestri.

E poiché stai lasciando il montaggio in posizione, non dovrai aggiungere nuovi fori nel tetto o far passare più cavi attraverso casa tua.

Come si abbandona il piatto?

Il primo (e forse il più soddisfacente) passo per trasformare la tua parabola satellitare in un’antenna comporterà l’eliminazione della parabola, smontandola. Di seguito ti darò alcune idee su come farlo al meglio.

Ogni satellite è composto da due parti: il gruppo della parabola e l’asta.

La parte dell’installazione della parabola che potrai mantenere è la staffa di montaggio sull’asta che tiene in posizione la parabola satellitare. Qualora volessi sostituire anche la staffa, ti consiglio la staffa porta palo Connex

Quest’ultimo passaggio eliminerà la necessità di aggiungere un nuovo palo durante l’installazione dell’antenna.

Conserverai anche l’estremità del cavo coassiale che era stato precedentemente collegato al ricevitore satellitare.

Questo ti eviterà di dover praticare nuovi fori o far passare nuovi cavi.

Se non ti senti a tuo agio a salire sul tetto e a lavorare con gli strumenti, rivolgiti ad un installatore professionista per rimuovere la parabola e collegare la tua nuova antenna TV.

Oppure puoi lasciare la parabola sul tetto e procedere con un’installazione in mansarda.

Tieni presente che assumere un professionista per svolgere il lavoro costerà (in media) l’equivalente di circa due o tre mesi della bolletta della TV satellitare, quindi tienilo in considerazione nel tuo piano di risparmio.

Gli installatori sapranno sicuramente come svolgere il lavoro correttamente.

Scala e parabola satellitare

Se stai cercando di maneggiare un po’ di attrezzi e prevedi di fare un viaggio su per la scala, la seguente è una procedura dettagliata su come utilizzare il supporto della parabola satellitare per fissare e puntare un’antenna TV in modo da poter ottenere canali gratuiti.

1. Cerca le torri della televisione locale

La tua capacità di ricevere il numero massimo di canali gratuiti che desideri dipenderà da dove si trovano le torri di trasmissione rispetto a casa tua.

A meno che tu non sia sicuro di come localizzare queste torri e di cosa stanno trasmettendo – e la maggior parte delle persone non lo sono – dovrai cercarle con l’aiuto di un buon strumento di localizzazione delle stazioni TV.

Torri di trasmissione televisive

Allora come trovi i trasmettitori circostanti?

Uno strumento molto valido è la lista località per località di OTG TV, che ti permette di avere un rapporto preciso sulle torri più vicine alla tua posizione.

Questo rapporto ti mostrerà i canali che probabilmente riceverai e ti darà idee su come puntare la tua antenna OTA.

Ti fornirà un elenco di canali reali (anche noti come “RF” o radiofrequenza) trasmessi nella tua zona, nelle bande UHF e VHF.

2. Acquista la tua antenna OTA

Dopo aver individuato le torri TV nelle vicinanze, dovrai acquistare un’antenna OTA con una portata maggiore della tua torre più lontana.

Per questo passaggio, dovrai determinare la direttività della tua futura antenna più adatta a te.

Per “direttività” si intende la capacità di un’antenna di ricevere trasmissioni da una particolare direzione e rifiutare segnali da altre.

Le antenne OTA sono disponibili in un’ampia varietà di design.

Le unità esterne sono generalmente classificate in base alla loro direzionalità in tre categorie: omnidirezionale (“tutte le direzioni”), multidirezionale (“più direzioni”) o unidirezionale (“singola direzione”).

Il tipo di antenna giusto per te dipende meno dalle caratteristiche dell’antenna e più da dove si trova la tua casa.

Le antenne necessitano di una linea visiva diretta verso le torri di trasmissione, quindi la parte anteriore dell’antenna dovrà essere rivolta verso il punto da cui provengono i segnali.

Se dopo aver consultato la lista di OTG TV scopri che le stazioni che speri di ricevere sono raggruppate principalmente in una direzione, un’antenna unidirezionale o multidirezionale sarà probabilmente la scelta giusta.

Se le trasmissioni provengono da tutte le direzioni intorno a te, potresti voler acquistare un’antenna omnidirezionale.

Tuttavia, sappi che un’antenna direzionale offrirà una ricezione migliore e a lungo raggio di un’antenna omnidirezionale (a parità di condizioni).

Dopo aver determinato la direzione, dovrai conoscere la distanza. Ogni antenna ha un raggio di ricezione che troverai nella descrizione del prodotto.

Il produttore assegna la portata in base al design dell’antenna e in base ai risultati di test in condizioni ideali.

Tieni presente che probabilmente non avrai le condizioni ideali: ci saranno interferenze da edifici, alberi e colline, che possono effettivamente indebolire o bloccare il tuo segnale.

In alcuni casi, i produttori e le recensioni potrebbero sopravvalutare le gamme dei loro prodotti, ad esempio alcune gamme nominali superiori a 160 kilometri, che è più lontana della curvatura naturale della terra. (Ciao, geometria!)

Antenna TV sul tetto

A parte le esagerazioni dei produttori, la maggior parte delle antenne montate ad altezze ordinarie di 3-5 metri probabilmente non riceverà in modo affidabile trasmissioni oltre i 100 kilometri.

3. Raccogli i tuoi strumenti

Strumenti per l'installazione dell'antenna TV

Alcune antenne TV richiedono la fase di preassemblaggio, mentre altre vengono vendute completamente assemblate.

Cerca di capire quale tipo hai acquistato prima di iniziare, non vorrai salire sul tetto per scoprire che devi ancora montare l’antenna.

Alcuni modelli di antenna potrebbero richiedere solo di estendere e bloccare i dipoli in posizione, e il gioco è fatto.

Altri potrebbero richiedere l’utilizzo di un cacciavite o di un altro strumento per fissare i vari elementi.

Assicurati di leggere le istruzioni dell’antenna prima di iniziare l’installazione in modo da non incappare in spiacevoli sorprese durante l’installazione che potrebbero portarti a spiacevoli ritardi.

4. Prepara la posizione

Anche se potresti essere tentato di strappare l’antenna parabolica dal suo palo e gettarla felicemente a terra, prenditi del tempo per fare le cose correttamente in modo da non danneggiare il palo o il cablaggio.

Per iniziare, rimuovi il cappuccio (LNB) dal braccio della parabola, che ti consentirà di visualizzare il filo o il cavo coassiale.

Rimuovere il cappuccio LNB dalla parabola

Una volta rimosso l’LNB, dovresti essere in grado di vedere dove è avvitato il cavo coassiale nel braccio della parabola.

Svita questo cavo e rimuovilo dal braccio della parabola satellitare. Assicurati di conservare quel cavo, poiché dovrai ricollegarlo più tardi (all’antenna HDTV).

5. Rimuovi il piatto

Da qui, dovresti essere in grado di rimuovere l’apparato parabolico dall’asta su cui è montato, allenta i bulloni che lo tengono in posizione.

Per fare ciò, usa una chiave inglese per separare la parabola dalla piastra base su cui è montata. Nella maggior parte dei casi, ci sono due o tre bulloni che vengono utilizzati per mantenere il piatto in posizione.

Una volta rimossi, il piatto dovrebbe scivolare fuori facilmente. (Sì, è arrivato il momento di lanciare il piatto!)

Piuttosto che buttare il vecchio piatto in una discarica o lasciarlo arrugginire sulle loro proprietà, alcuni proprietari di case li usano per fare delle decorazioni o dei bagni per uccelli, dipingendoli con vernice atossica e installandoli in giardino.

6. Monta la tua nuova antenna

Basta fissare la nuova antenna TV sul palo che in precedenza teneva la parabola satellitare. Molte antenne sono dotate di una staffa di montaggio e morsetti a U che consentono di montarle su pali o aste di diverso diametro.

In alcuni casi, la nuova antenna digitale potrebbe non adattarsi al palo della parabola.

Non temere, puoi acquistare un raccordo dal tuo negozio di ferramenta locale che ti permetterà di regolare il palo e renderlo più grande o più piccolo.

7. Orienta l’antenna in direzione delle torri televisive locali

Per orientare l’antenna nella giusta direzione utilizzerai la lista delle torri di trasmissione ottenuta su OTG TV, più una bussola o un’app bussola su uno smartphone.

Fai sempre riferimento alle istruzioni fornite con la tua antenna per essere certo di aver identificato correttamente la parte anteriore (non è sempre così facile da trovare) e di averla posizionata correttamente.

8. Collega il cavo coassiale alla tua nuova antenna

Prendi il cavo coassiale precedentemente collegato alla tua parabola satellitare e collegalo alla nuova antenna utilizzando l’hardware fornito.

Ora collega l’altra estremità del cavo coassiale (che era stato collegato al ricevitore satellitare) direttamente alla TV o al decoder.

parte posteriore TV LCD

9. Esegui una scansione dei canali e goditi la TV gratuita

Dopo averlo fatto, sarà il momento di assicurarsi che tutto funzioni correttamente e di apportare le modifiche necessarie.

Questa potrebbe essere la parte più complicata del processo: ti consigliamo di collaborare con un partner che possa stare accanto al televisore (o ai televisori) di casa tua e riferirti in diretta eventuali miglioramenti della ricezione.

Esegui una scansione dei canali per cercare i canali digitali sulla TV per assicurarti che l’antenna raccolga tutto ciò che desideri.

Potrebbe essere necessario regolare l’orientamento dell’antenna per massimizzare la ricezione.

Quando raggiungi il segnale di picco, sei pronto per guardare la TV gratis.

Se devi aumentare la potenza del segnale a causa di qualsiasi interferenza, puoi anche installare un amplificatore sull’albero (non dimenticare che avrà bisogno di un alimentatore CA).

Il commento: